FANDOM


ForumBar di Prora → Maiuscole e minuscole (rispondisegui)


Secondo voi è corretto capitalizzare il titolo di un personaggio (Capitano, Ammiraglio, Dottore) quando lo accompagna (es. Il Capitano Kirk al Posto di capitano Kirk) e lasciarlo minuscolo quando a se stante, o c'è qualche convenzione che indica altrimenti? Stessa domanda per le specie; vulcaniani o Vulcaniani; umani o Umani? Ho trovato queste pagine relative al problema convenzionale delle maiuscole:

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Manuale_di_stile#Minuscolo

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Bar/Maiuscole

In effetti per i titoli viene indicato l'uso del minuscolo, a meno che il titolo stesso sostituisca il nome (es. il capitano Picard era solito incontrarsi con il Dottore) se non ho interpretato male.

Mentre per i nomi di popoli, tribù e adepti di confessioni religiose (es. italiani, francesi, asiatici, africani, cristiani, buddhisti) vanno in maiuscolo solo i nomi dei popoli antichi che non abbiano funzione d'aggettivo e vadano distinti da quelli moderni che li continuano o da altri nomi (Romani, Greci, Persiani, Egizi ecc.); per convenzione vale lo stesso per tutti i popoli storici (Unni, Longobardi).

In Memory Alpha, secondo il punto di vista degli articoli dell'universo di Star Trek dovrebbero essere scritti come se la persona, l'oggetto, o l'evento descritti fossero realmente esistiti o accaduti, riferendosi ad essi come ad un resoconto storico, pertanto potrebbe essere paragonabile allo scrivere dei Romani e dei Greci. Che ne pensate? Gifh absculta 7.03.2009 15:06

Per i titoli concordo con wikipedia, minuscoli. I popoli li metterei minuscoli anche quelli, non sono così nel passato da meritare di essere definiti antichi (secondo me) --Ganondolf 01:09, 4 apr 2009 (UTC)
La chiave di tutto è nell'esempio di Gifh: (es. il capitano Picard era solito incontrarsi con il Dottore). Le maiuscole, secondo la tradizione italiana, vanno soltanto nelle abbreviazioni: Avv. Rossi, Cap. Bianchi, Dott. Verdi, Cav. Berlusca... L'esempio de "il Dottore" è illuminante poiché esprime un'identità sottintesa, quasi fosse un nome di persona già nota al lettore. Un dottore dello staff del Dottore. Ovviamente è pleonastico, ma credo faccia capire cosa intendo. Io stesso ho lasciato, impropriamente, il maiuscolo in molte sinossi ma si trattava di testi altrui. Posso comunque rimediare. Un altro esempio: Il Romulano presenta due creste craniali che lo differenziano dal Vulcaniano. Un romulano ha sangue verde come i vulcaniani. I romulani che hanno combattuto contro il tenente vulcaniano V'Kennes(ò) hanno vinto la battaglia ma hanno perso il capitano Verul. Nelle discussioni fate sempre esempi perché sono mille volte più utili di tante spiegazioni concettuali. Axum 04:23, 5 apr 2009 (UTC)

Sono completamente in linea con Axum, riguardo l'utilizzo delle maiuscole concordo su tutta la linea, dissento però dall'ultima affermazione, nel senso che mi sentirei più a mio agio, se questa regola formale fosse avvalorata da una stesura precisa dell'utilizzo, in forma enciclopedica, ovviamente anche supportata da esempi. In tal modo, magari in bella vista nel manuale di stile, potrebbe essere utile ogniqualvolta ci sia qualche dubbio o sia necessario attingere da una regola per risolvere un incomprensione. Gifh absculta 5.04.2009 12:38

Io fino ad ora mi sono attenuto alla regola di usare il maiuscolo per i nomi dei popoli antichi, considerando che memory alpha "è stata scritta in un lontano futuro" ho considerato antichi tutti i popoli, ho usato il minuscolo nei casi in cui il termine è un aggettivo, per esempio: I Romulani avevano un ottima cucina---La cucina romulana era ottima. Da una ricerca in internet la questione è molto dibattuta e c'è chi dice che andrebbero scritti in minuscolo tutti i nomi dei popoli, anche quelli antichi. Mi atterrò alle decisioni di chi ha le idee più chiare delle mie :)--Nazudaco 14:47, 5 apr 2009 (UTC)
Sei sulla strada giusta. Mi sto industriando sulla stesura di quanto proposto da Gifh e posso darti un'anticipazione schematica, parlando per ora delle specie: lettera maiuscola dopo il e lo. Minuscola dopo gli altri articoli, le preposizioni, avverbi, congiunzioni... Fa eccezione "gli" che diventa come il / lo soltanto per gli Xindi. Poi capirai meglio, quando avrò steso l'intero testo che ho in mente. Axum 04:11, 8 apr 2009 (UTC)
Per ora ho scritto poco più che l'inizio -> [1]. --Axum 07:41, 8 apr 2009 (UTC)

Scusate, sarà l'ora tarda, ma giusto per essere coerente con la linea guida scritta da Axum, ho qualche dubbio con le maiuscole di questi articoli e categorie:

giusto per citarne qualcuno. Si capisce che non ho capito? :D Potete aiutarmi? Gifh absculta 19.06.2009 23:59 (local time)

Secondo me il tipo di navi e di navette vanno scritte in minuscolo: denobulana - haakoniana, distesa delfica lo scriverei "distesa Delfica" (ci portrebbero essere altre distese ma una sola è quella Delfica) e poi zona neutrale romulana, discipline accademiche. Mi pare però che abbiamo stabilito la convenzione di usare la lettera maiuscola per la prima lettera del nome della categoria quindi bisogna tener conto di anche di questo. Non prendete troppo sul serio queste mie affermazioni in quanto non ne sono del tutto sicuro, ho voluto dare un contributo in attesa di altri pareri.--Nazudaco 00:12, 20 giu 2009 (UTC)
Eccomi. Navetta denobulana, perché non parliamo del campione indicante tutti gli appartenenti alla specie (il Denobulano) bensì di un vascello che appartiene ai denobulani (chiunque sia l'individuo al timone). Stessa cosa per quella haakoniana. Gli haakoniani vivono su Haakonia. Un haakoniano (un = che sia maschio o femmina) su dieci è "biondo", ma l'Haakoniano maschio è sempre "bruno". :) Si aggiungono serenamente anche Navi klingon = "Navi usate dai klingon" (tutti o chiunque). Il Klingon (il campione rappresentante della specie) usa gli Sparvieri e gli Incrociatori. E Navi borg (per la medesima ragione) + Navi romulane. Per quanto concerne "accademico" siamo davanti ad un vocabolo piuttosto vasto in fatto di accezioni, con svariate applicazioni, secondo il contesto. Quindi, se si riferisce all'Accademia della Flotta Stellare (vedi regola sugli acronimi e le sigle possibili), allora andrebbe cambiata la formula con: Discipline dell'Accademia. Oppure: Le discipline in Accademia. Ora spiego in altro modo il giusto che trovo nell'affermazione di Nazudaco per distesa Delfica: "distesa" funziona come: "ammasso", come "vivaio", "neoformazione", "nebulosa" ecc. Delfica, sebbene suoni come un aggettivo o come una derivata di "Delfi", è in realtà il nome proprio della distesa in questione, così com'è scritto sulla mappe stellari, e merita la maiuscola. In fatto di Zona Neutrale, correggetemi se sbaglio, non è "dei romulani" bensì una terra franca e condivisa, delimitata, però, da confini, un po' come le acque territoriali e le acque internazionali. Voglio dire che esiste la Zona Neutrale (genera una sigla) e i rispettivi "lati della stessa". C'è la Zona Neutrale dei romulani (una striscia in cui loro hanno giurisdizione) e una Zona Neutrale federale (una striscia in cui la giurisdizione ce l'ha la Federazione). Axum 20.06.2009 1:59 (local time)

Ok, adesso credo di avere le idee più chiare, provvederò a spostare/rinominare in base ai preziosi suggerimenti esposti (bentornato Axum!;) ). Aggiungerei un paio di note: Delfica è uno "pseudo-aggettivo", in quanto delphic in inglese (ma forse anche in italiano) significa ambiguo, oscuro, sibillino. Concordo che diventa nome proprio, in questo caso, come ad es. può essere la nostra Pianura Padana... Sulla Zona Neutrale, anche per me il maiuscolo è necessario, in quanto per analogia con l'inglese genera una sigla (RNZ), talvolta utilizzata. Per la categoria discipline accademiche, ritengo che sia stato un mio errore da novizio, penso che il riferimento non sia esclusivo all'Accademia della Flotta Stellare, ma ad una categorizzazione delle discipline in "accademiche" e non, ad es. sportive. Gifh absculta 20.06.2009 12:09 (local time)

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-NC a meno che non sia diversamente specificato.