Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"The Enemy"
Traduzione Italiana: {{{TradIta}}}
Traduzione letterale: {{{TradLett}}}
TNG, Episodio 3x07
Numero di produzione: 40273-155
Prima messa in onda: 6 November 1989
54° di 176 prodotto in TNG
54° di 176 rilasciato in TNG
  {{{nNthReleasedInSeries_Remastered}}}° di 176 rilasciato in TNG Rimasterizzata  
161° di 756 rilasciati in tutto
Bochra and La Forge on Galorndon Core.jpg
Scritto da
David Kemper & Michael Piller

Diretto da
David Carson
43349.2 (2366)
  Arco: {{{wsArc0Desc}}} ({{{nArc0PartNumber}}} di {{{nArc0PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  
Per l'episodio TOS con lo stesso titolo, vedi "Il nemico (episodio)".

Sommario[modifica | modifica sorgente]

La Forge e un Romulano sono intrappolati su un pianeta devastato da una tempesta elettromagnetica; Worf si trova ad essere l'unico donatore per salvare la vita a un Romulano ferito a bordo dell' Enterprise.

"Good thing we didn't bring Data. We'd be unscrambling his circuits for a week!"

Atto Uno[modifica | modifica sorgente]

La USS Enterprise-D intercetta una chiamata di soccorso da una nave all'interno della Neutral Zone e il Capitano Picard sceglie di mettere da parte la politica diplomatica della Federazione e risponde tranquillamente. L' Enterprise sta per raggiungere la nave alla massima curvatura quando l'oggetto precipita sulla superficie dell'inospitale, sebbene ci siano pochi segni di vita, pianeta, Galorndon Core. Sulla superficie, potenti tempeste elettromagnetiche oscurano tutti gli scanner e Picard ordina ad una squadra di sbarco di scendere sulla superficie e cercare i sopravvissuti. Riker, La Forge e Worf vengono mandati sul pianeta, e viene posta grande cura nel mantenere il raggio del Teletrasporto puntato su di loro. Mentre il gruppo si allontana per iniziare le ricerche, è chiaro che l' atmosfera è molto dannosa per la salute. Inoltre, anche i loro comunicatori non funzionano. Basandosi sui marchi sui resti della nave distrutta, Riker e Worf concludono che i resti appartengono ad una nave Romulana. Mentre il gruppo si divide per meglio controllare l'area, Worf trova un Romulano sopravvissuto, ancora vivo che lo attacca debolmente. Worf stordisce il Romulano e chiama Riker. Nel frattempo, La Forge cade in una voragine e viene tagliato fuori dal resto del gruppo di sbarco. Prima che la finestra di teletrasporto si chiuda, Worf e Riker ritornano al sito del teletrasporto con il Romulano ferito, e devono assolutamente risalire senza La Forge per evitare di rimanere sul pianeta.

Atto Due[modifica | modifica sorgente]

"Will he survive?"

Mentre il Romulano viene portato in infermeria, Picard e Riker discutono della situazione. Picard è preoccupato perchè Galorndon Core potrebbe essere un nascondiglio ideale per i Romulani. I due hanno intenzione di fare qualche domanda al Romulano non appena si riprenderà. Dall'infermeria vengono informati che il Romulano è moribondo. La Dottoressa Berverly Crusher li informa che, per soppravvivere, il Romulano ha bisogno di una trasfusione di Ribosomi da un donatore compatibile, e che la sostanza è troppo difficile da replicare. Riker teneta di fargli qualche domanda ma la sola cosa che dichiara è che era da solo sul pianeta. Naturalmente, Riker la interpreta come una menzogna. Sul pianeta, La Forge riesce a sciogliere dei pezzi di argento con il faser, li modella per creare un paio di chiodi per usarli per arrampicarsi e uscire fuori dalla voragine. Ci riesce e una volta fuori si ferma un momento per riprendersi. Wesley Crusher propone di creare un segnale da una sorgente di neutrini portatile e installarla, poi, su una sonda da mandare sul pianeta. La Forge dovrebbe essere capace di identificare il segnale con il suo VISORE, ma deve modificarlo per allertare l' Enterprise per poi farsi teletrasportare via. Picard è d'accordo e il ragazzo lascia la plancia per eseguire. Data riferisce al capitano di una trasmissione che arriva dalla Zona Neutrale. Un Comandante Romulano di nome Tomalak sta cercando di contattare la nave e intende arrivare al pianeta. Picarda s'impegna in un colloquio con Tomalak, il comandante del Falco da Guerra per informarlo di aver salvato un soldato Romulano, poi lo affronta sull'ovvia trasgressione del ricognitore nello spazio della Federazione. Tomalak afferma che è stato solo un'errore di navigazione, nient'altro. Entrambi sono d'accordo per un incontro nella Zona Neutrale, dove Picard gli consegnerà il Romulano ferito trovato sul pianeta. Nonostante Kiker e Worf gli facciano notare che hanno il diritto di trattenere ed interrogare il Romulano, Picard decide di restituirlo quando avranno finito il loro compito sul pianeta. Sfortunatamente, la Dottoressa Crusher lo avverte che il ferito non risponde alle sua cure, e a questo punto sembra che solo una trasfusione di ribosomi lo può salvare. Wesley Crusher completa il radiofaro di neutrino e utilizzando una sonda di classe-3, Worf la lancia sul pianeta. La Forge sta tornando al precedente punto di teletrasporto quando vede il faro di neutrini e riconoscendo il lavoro di Wesley lo ringrazia ad alta voce. Dirigendosi verso la fonte dei neutrini, La Forge viene stordito da un altro Romulano.

Atto Tre[modifica | modifica sorgente]

"You... are my prisoner."

Sul pianeta, il Romulano, il cui nome è Bochra, tiene La Forge sotto mira del suo disgregatore. La Forge tenta di fare conversazione, ma il Romulano è molto riluttante a rinunciare alla sua autorità e di accettare l'aiuto, anche dopo che si ferisce cadendo su delle rocce. Le radiazioni elettromagnetiche stanno avendo sul Romulano conseguenze debilitanti e lo stanno paralizzando e respira a fatica. Intanto sulla nave, il Romulano di nome Patahk, sta morendo. La Dottoressa Crusher ha concluso i test e c'è un solo donatore compatibile, il Tenente Worf. Citando la morte dei suoi genitori per mano dei Romulani su Khitomer, Worf si rifiuta di donare ul suo sangue al romulano. Sul pianeta la radiazione elettromagnetica ha avuto effetti debilitanti su La Forge rendendolo incapace di elaborare i segnali che riceve attraverso il VISORE e quindi rendento totalmente cieco. Nello stesso momento sull' Enterprise sono preoccupati per La Forge e attendono notizie, quando ricevono una chiamata dalla nave Romulana che si sta avvicinando alla Zona Neutrale. Il comandante Tomalak rivuole il suo ufficiale o minaccia di attraversare la Zona Neutrale.

Riker tenta di convincere Worf ad acconsentire a fare la trasfusione ma il klingon non vuole, i Romulani saranno sempre sui nemici. Allora Riker annuisce e dice che tutti i rancori finiscono prima o poi. All'improvviso Worf viene chiamato dall'infermeria, deve vedere il Romulano prima che muoia. Worf gli dice che lui può salvargli la vita, ma il Romulano gli dichiara che preferisce morire che mischiare il proprio sangue con quello di uno "sporco klingon".

Atto Quarto[modifica | modifica sorgente]

"I beg you to volunteer."

Sul Pianeta la situazione è grave La Forge non riesce più a vedere con il VISORE e senza non può raggiungere la fonte di neutrini. Bochra gli suggerisce di utilizzare il tricorder collegandolo al suo VISORE in questo modo potranno rilevare la fonte. Ma La Forge gli dice che è impossibile, lui non vede più e non può svolgere quel lavoro alla cieca. Così Bochra si offre di essere i suoi occhi, mentre La Forge lo guiderà su come collegare i due strumenti. Così finalmente saranno in grado di localizzare la fonte dei neutrini ed avvertire l'Enterprise.

L' Enterprise scopre che la nave Romulana ha attraversato la Zona Neutrale ed è entrata nello spazio della Federazione e si sta dirigendo verso Galorndon Core. Bochra e La Forge sono riusciti ad unire il tricorder con il VISORE di La Forge e si stanno dirigendo verso la fonte dei neutrini. Picard chiama Worf nella Sala Tattica per chiedergli di offrirsi volontario per donare il sangue al Romulano che si trova in infermeria perchè, se il Romulano dovesse morire a bordo di una nave della Federazione darebbero al comandante Romulano una scusa per creare un'incidente. Ma Worf, rispettosamente, si rifiuta di farlo. Tuttavia, lo farà se Picard glielo ordinasse. Picard replica che non vuole ordinarglielo, anzi glielo chiede di nuovo, lo supplica di riconsiderare la sua decisione. Non posso, è la risposta di Worf. Picard, senza proseguire ulteriormente, lo congeda. Picard informa la Dottoressa Crusher della decisione irrevocabile di Worf e di non chiederglielo più. Lei gli risponde che ormai è inutile, il Romulano è morto.

Atto Quinto[modifica | modifica sorgente]

"I have Centurion Bochra to thank."

La nave Romulana si avvicina e il Comandante Tomalak chiede la restituzione immediata del suo ufficiale. Quando Picard lo informa che è morto, Tomalak lo minaccia dicendo che è solo il primo. La nave Romulana attiva i suoi Disgregatori anteriori, e l' Enterprise solleva gli scudi pronto allo scontro. In quell'istante il segnale della fonte di neutrini si modifica, ciò indica che La Forge è ancora vivo e l'ha trovata. Data rivela che insieme a La Forge c'è una seconda forma di vita, probabilmente è un secondo Romulano. Picard, si rende conto, però, che non possono teletrasportarli con gli scudi alzati e, se abbassano gli scudi la nave Romulana li colpirà. La finestra elettromagnetica sul pianeta si sta chiudendo e devono agire in fretta se vogliono salvare i due sopravvissuti. Visto che una delle due persone intrappolato sul pianeta, è un Romulano, Picard chiama la nave Romulana e gli spiega la situazione e chiede di non far fuoco sull' Enterprise mentre li teletrasporterà a bordo, e se lo farà distruggerà non solo l' Enterprise e il suo equipaggio ma annullerà la tregua che è in vigore tra la Federazione e l'Impero Romulano. Tomalak, Il comandante della nave Romulana non risponde, ma neanche fa fuoco quando La Forge e Bochra vengono teletrasportati sul ponte dell' Enterprise.

Picard assicura Tomalak che il suo ufficiale sarà teletrasportato sulla sua nave, e Bochra assicura Tomalak che non è stato maltrattato e non ha dato alla Flotta Stellare nessuna informazione, ma anzi, La Forge gli ha salvato la vita. Tomalak, che fino a quel momento si era rifiutato di riconoscere qualsiasi errore da parte sua, è ora compiaciuto. La Forge e Worf scortano Bochra fino alla sala teletrasporto così che l' Enterprise può scortare la nave Romulana fuori dalla spazio della Federazione.

Diario di Bordo[modifica | modifica sorgente]

Citazioni Memorabili[modifica | modifica sorgente]

"Grazie, Wesley!"

- La Forge, quando vede la sonda di neutrini


"Il veicolo Romulano è un cumulo di macerie. Non è rimasto niente, è quasi polverizzato."

- Riker


"Sei mio prigioniero!"
"D'accordo... congratulazioni. E' davvero un trionfo per la strategia dell'Impero Romulano. "

- Bochra e La Forge, durante il loro primo incontro


"Tu stai mentendo!"
"Io non mento mai quando ho la sabbia nelle scarpe, commodoro."

- Bochra and La Forge


"Benvenuto su Galorndon Core. dove nessuna buona azione resta impunita."

- Geordi La Forge, quando Bochra gli punta l'arma dopo che lo ha aiutato


"Io sono cieco."

- Geordi La Forge


"Worf, lei è l'unico che può salvargli la vita."
"Allora morirà."

- Dr. Crusher, parla a Worf del Romulano


"Abbiamo tutti i diritti di farlo, capitano."
"Senza una prova delle sue intenzioni, non è così facile."
"E' ovvio che non è stato un errore del pilota, capitano, abbiamo il dovere di reagire."
"Dobbiamo calibrare molto attentamente la nostra risposta, Numero Uno. O la storia potrebbe ricordare Galorndon Core insieme a Pearl Harbor e la Stazione Salem-Uno... come scenari di sanguinosi preliminari della guerra."

- Riker e Picard, discutono la loro risposta all'incursione Romulana su Galorndon Core


"Come ti è successo?"
"Sono nato così."
"E i tuoi genitori ti hanno lasciato vivere?"
"Che razza di domanda è questa? E' normale che mi abbiano lasciato vivere!"
"Per forza la tua razza è debole. Sprecate tempo e risorse per i bambini anormali."

- Bochra e La Forge, discutono sulla cecità di quest'ultimo


"Per quel che vale, capisco ciò che prova."
"Con tutto il rispetto, signore, non credo. Mi si chiede di offrire il sangue di mia madre e di mio padre a coloro che gli hanno uccisi."
"Incolpa di questo tutti i Romulani?"
"Si."
"Per sempre? E se un giorno la Federazione facesse pace con loro?"
"E' impossibile."
"Qualche anno fa la sua gente diceva lo stesso degli Umani. Pensi a quanti morti ci sono stati in quella guerra. Ora io e lei potremmo parlarci così se non fossimo riusciti a liberarci dalla rabbia e dal rancore? Ragioni Worf? Se quel Romulano muore, la sua famiglia tramanderà l'odio alla prossima generazione?"

- Riker, tenta di convincere Worf a salvare la vita di Patahk


"Tenente, talvolta è difficile stabilire il comportamento da tenere. Il mio compito è quello di capire quali sono i bisogni della comunità, e quali sono quelli individuali e cercare di farli collimare fra di loro creando meno danni possibile, il che le assicuro non è sempre facile."
"Non ho alcun motivo di lamentarmi, capitano."
"Oh, Tenente, lei non si lamenterebbe neanche se ne avesse motivo!"

- Picard, tenta di convincere Worf a salvare la vita di Patahk


"Io non desidero morire, te lo assicuro."
"Bochra, ci sono dei momenti in cui è necessario morire per i propri ideali... tu credi che questo sia uno di quei momenti?"

- Bochra e La Forge, prima che il romulano abbassasse il suo distruttore


"...Direzione tre-cinque-zero."
"(ridendo)Ce l'abbiamo fatta! La prima azione comune tra la Federazione e i Romulani !"

- Bochra e La Forge,dopo che hanno cooperato per trovare la fonte dei neutrini


"Loro non possono sapere quanto sono precisi i nostri sensori. Voglio la sua migliore faccia da poker, Numero Uno!"

- Picard, a Riker


"Questa è la sua ultima possibilità, Picard. Mi restituisca il mio ufficiale."
"Comandante, siete entrati nella Zona Neutrale, malgrado il mio avvertimento!"
" Voi ci avete obbligato! Non mi muoverò di qui senza di lui!"
"E' morto."
"...Allora è solo il primo ad essere caduto, Picard."

- Tomalak e Picard


"Comandante Tomalak. sembra che la nostra squadra di ricognizione abbia localizzato un secondo uomo della vostra navetta monoposto."

- Picard chiama Tomalak


"Comandante, entrambe le nostre navi sono pronte a combattere. Abbiamo a nostra disposizione due arsenali estremamente potenti e distruttivi. Quindi le nostre azioni avranno serie ripercussioni. Inoltre diffidiamo uno dell'altro, ma abbiamo anche degli ottimi motivi per mettere da parte la nostra diffidenza. A questo punto il problema è chi prenderà l'iniziativa? Chi di noi due è disposto a fare il primo gesto di fiducia? Lo farò io, comandante. Sono costretto ad abbassare gli scudi per teletrasportare quegli uomini sulla nostra astronave. E quando gli scudi saranno abbassati lei avrà, naturalmente, l'opportunità di fare fuoco su di noi, e se lo farà, lei distruggerà non solo l'Enterprise e il suo equipaggio, ma annullerà la tregua che è in vigore tra i Romulani e la Federazione."

- Picard, a Tomalak


"A rischiato molto."
"Troppo, Numero Uno. Non si può giocare d'azzardo con la guerra."

- Riker e Picard, Dopo aver evitato, per un pelo, la guerra con i Romulani


"(a Picard) Voglio sapere da lui se è stato maltrattato..."
"Non gli ho dato nessuna informazione, Comandante. Ma non sono stato maltrattato. Anzi, questo umano...mi ha salvato la vita."

- Tomalak e Bochra, dopo che Bochra e Geordi sono tornati sull' Enterprise

Informazioni di Retroscena[modifica | modifica sorgente]

Storia e Produzione[modifica | modifica sorgente]

  • Nella prima bozza del copione, anche Troi era intrappolata su Galorndon Core. (Star Trek: The Next Generation Companion, p. 107)
    • Marina Sirtis vide questo come un esempio del suo personaggio che rimane inutilizzato e sottosviluppato. Lei ricorda che, "Nella bozza originale che ho potuto leggere, ma non è permesso vedere, quindi non ne parliamo, erano Troi e Geordi a rimanere intrappolati sul pianeta e a causa delle tempeste elettromagnetiche Geordi era cieco perché impedivano al visore di funzionare, quando ci siamo imbattuti nel Romulano, in realtà fu Troi che lo rese inabile. Mi sentivo molto eccitata per questo. Finalmente facevo qualcosa di interessante e diverso dal solito, naturalmente quando il copione finale arrivò non solo non ero sul pianeta, ma avevo poche battute alla fine del la puntata – e queste in realtà furono tagliate. Questo è il tipo di cose che accadono e tu speri che non accadano." (Captains' Logs: The Unauthorized Complete Trek Voyages, p. 202)
  • Il punto nella storia in cui Worf lascia morire Patahk rifiutandogli la trasfusione di sangue incontrò grande resistenza tra alcuni scrittori dello staff e da Michael Dorn quando fu suggerito Michael Piller. (Star Trek: The Next Generation Companion, p. 107)
    • Dorn ha commentato ho chiamato i produttori e gli ho detto che non ero d'accordo. Ho pensato che [donare il sangue] fosse una cosa onorevole da fare. Pensavo che la gente avrebbero visto [Worf] come un assassino. I produttori sentivano che Worf stava diventando troppo umano ...soltanto un tizio con una grande testa. Quando arrivò per loro l'oppurtunità di mostrare che Worf non era un umano, che lui non era vincolato allo stesso nostro modo di pensare, sentirono che era una meravigliosa opportunità." Con il senno di poi, tuttavia, Dorn comprese la saggezza della decisione osservando come vengono svelati i differenti lati di Worf. (Captains' Logs: The Unauthorized Complete Trek Voyages, p. 188)
    • Piller osservò che, "Rick Berman sapeva immediatamente quale era la cosa giusta da fare. Una volta lui era dietro di me, era una corsa al traguardo. Ed era assolutamente la cosa giusta da fare. Sapevano che il pubblico stava aspettando il ritorno di Worf , perchè lo fanno sempre in televisione. Ma il personaggio non lo avrebbe fatto e io penso che abbiamo preso davvero una buona decisione. All'inizio, penso, che fu quasi uno shock e una decisione controversa. Ma alla fine si parla di sopravvivenza e di sopravvivenza tra i nemici. Io penso che è stato solo lo sviluppo naturale del personaggio." (Captains' Logs: The Unauthorized Complete Trek Voyages, p. 188)
  • Secondo LeVar Burton, questo episodio è stato un omaggio di Star Trek al film del 1958 La parete di fango con Tony Curtis e Sidney Poitier. ("Memorable Missions - "The Enemy"", TNG Season 3 DVD special feature)
  • Prima data trasmissione in Gran Bretagna: 27 Novembre 1991

Continuity[modifica | modifica sorgente]

  • Il lancio della sonda di classe 3 era un filmato d'archivio dall'episodio "Dove regna il silenzio".
  • Questo episodio segna la prima delle quattro apparizioni del Comandante Romulano Tomalak.
  • Questo è anche il primo episodio di Star Trek diretto da David Carson. Carson avrebbe diretto molti altri episodi Star Trek: The Next Generation Star Trek: Deep Space Nine, così come il caratteristico film {{Generazioni|Generazioni}.
  • John Snyder (Bochra) più tardi interpretò Aaron Conor il capo delle persone geneticamente modificate nella quinta stagione Next Generation episodio "Una società perfetta".
  • Ironicamente, Steve Rankin, il cui personaggio Patahk il quale preferì morire piuttosto che accettare la trasfusione da un Klingon, avrebbe, lui stesso, interpretato un Klingon, il mercenario Yeto nell'episodio DS9: "Il Simbionte". Avrebbe interpretato, anche, Ufficiale Cardassiano senza nome in "l'Emissario" e il colonnello Green in "Demoni".
  • Per la prima volta, dalla prima stagione, Beverly Crusher viene vista portare i capelli lunghi; Sarà vista, di nuovo con i capelli corti nell' episodio successivo.
  • Worf dice al Capitano Picard che se gli viene ordinato di sottoporsi alla procedura di trafusione lui ovviamente obbedirà. Tuttavia, gli altri due personaggi che suggeriscono fermamente a Worf di sottomettersi alla procedura (il Dottor Crusher e il Comandante Riker) sono anch'essi superiori a Worf, avrebbero potuto, tecnicamente ordinargli di farlo.
  • Alla fine dell'episodio, Picard dice a Tomalak che l' Enterprise scorterà la sua nave fino alla Zona Neutrale. Tuttavia, la scena finale mostra l' Enterprise e il Warbird Romulano che prendono due direzioni opposte.

Ricezioni[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione VHS e DVD[modifica | modifica sorgente]

Link e riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Protagonisti[modifica | modifica sorgente]

Altri interpreti[modifica | modifica sorgente]

Attori Ospiti[modifica | modifica sorgente]

Co-protagonisti[modifica | modifica sorgente]

Attori non accreditati[modifica | modifica sorgente]

Controfigure[modifica | modifica sorgente]

Sostituti[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

anti-grav lift; squadra di sbarco; Direzione; cervello; centurione; sonda di classe-3; commodoro; trauma canico; Template:Classe; segnale di soccorso; distruttore; Federazione; febbre; Galorndon Core; contatore Geiger; gesture; La Forge, Edward M.; La Forge, Silva; anno luce; campo magnetico; metro; Mogh; nave madre; neural pathway; neutrino; neutrino beacon; neutrino pulse; numero uno; Pearl Harbor; Template:Dis; polarità; positroni; ribosome; ribosome infusion; Romulano; Zona Neutrale Romulana; nave scout Romulana; Impero Stellare Romulano; settore; squadra di Sicurezza; Stazione Salem-Uno; synapse; Warbird di Tomalak; tricorder; ultritium; VISOR; Vulcano

External link[modifica | modifica sorgente]


Episodio precedente:
"Booby Trap"
Star Trek: The Next Generation
Stagione 3
Episodio successivo:
"The Price"
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-NC a meno che non sia diversamente specificato.